pegasus_piano

Pegasus Piano


Nella piccola e anonima città di Karlsruhe (Germania) c’è una serie di oggetti che aspetta il proprio futuro. Il loro creatore si chiama Luigi Colani, architetto di origine svizzera, e il suo nome è stampato su un elevato numero di oggetti (soprattutto mezzi di trasporto) che sono resi famosi dalla sua visionaria applicazione dei principi naturali del “biodesign”. Ricavando le innovazioni da un’osservazione attenta della natura, Colani ha passato la seconda metà del ventesimo secolo stabilendo nuovi record di velocità e risparmio di carburante, indirizzando l’aerodinamica su organismi meccanici dalle curve stravaganti. I suoi progetti fanno proprie le lezioni dell’evoluzione incorporando le caratteristiche di insetti, uccelli, mammiferi e persino creature estinte.
Con il suo approccio unico, Colani ha costruito un mondo di forme alternativo. Ha teorizzato aerei orbitali per la NASA, creato aliscafi ed hovercraft. Ha messo a punto nuovi tipi di elicotteri, jet da combattimento, aeroplani spia e barche a vela da competizione. Ha fatto ricerca su treni che sfreccino come proiettili su rotaie a levitazione magnetica, oltre ad aver modificato senza sosta la struttura e la forma delle automobili. Lavora a mano, in modo intuitivo, su conclusioni che le gallerie del vento ed i computer correggono e confermano, rendendo il suo design tendente più verso l’arte che verso la scienza.
Riassumiamo di seguito quelli che nel corso della sua esperienza sono stati i suoi progetti più significativi. Nei primi anni ’50, quando la sua carriera è iniziata, Colani era il designer di scarpe più celebrato di Parigi e contemporaneamente, con la sua ricerca d’avanguardia, introduceva le plastiche nell’industria automobilistica.
Negli anni ’60 è diventato un’icona pop come prima star europea del design, conosciuto sia per i suo mobili popolari che per le incredibili auto. Lo stesso decennio l’ha visto prototipare cabine d’aereo passando per cucine sferiche, e applicare gli alettoni alle auto.
Durante gli anni ’70 ha pubblicato un trattato di architettura utopica, vivendo con i suoi studenti in un castello, mettendo a punto veicoli salva-energia nel pieno della crisi petrolifera e inventando il bio-design, che coltiva i segreti della natura per il progresso umano.
colani-truck-3

truck


Ha iniziato gli anni ’80 vivendo in Giappone: ha sperimentato il walkman con la Sony, suggerito a Canon la prima fotocamera digitale e progettato treni veloci per i giapponesi.
Si tratta quindi di un personaggio veramente eclettico che merita di essere pubblicizzato e analizzato anche dopo aver letto questo breve post.
Tornerò presto con un nuovo argomento tratto dal favoloso mondo del design.

post di: Giacomo Marchionni

Link al sito ufficiale

frei

aula copia

Una possibile alternativa a un’idea precedente

tempimoderni

Stamani accanto casa e’ comparso questo manifesto.
minareto
Il manifesto e’ stato realizzato dall’UDC, partito di destra noto per il aver chiamato “gentaglia” i lavoratori frontalieri francesi e essersi schierato contro il progetto ferroviario CEVA. In Italia sono altresi’ noti per il manifesto elettorele con le pecore …
udc.
Bene il cartello accanto casa mia fa parte della nuova campagna di questo partito: vietare per legge la costruzione di minareti sul territorio elvetico. Essendo una legge di iniziativa popolare saraa’ soggetta a referendum (29 novembre 2009). La cosa ha scatento un vivace dibattito politico in cui hanno preso posizioni i rappresentanti delle religioni moteiste presenti in Svizzera (ebrei, mussulmani, cattolici). In particolare la confederazione dei vesscovi elvetici, pur ribadendo la solidarieta’ a tutti i cristiani perseguitati nei paesi islamici, ha dichhiarato:
”Come Vescovi e come cittadini svizzeri ci rallegriamo che la nostra Costituzione federale non contenga piu’ articoli d’eccezione e ci auguriamo che non se ne introducano di nuovi. La proibizione generalizzata di costruire minareti indebolirebbe gli sforzi che mirano a stabilire un atteggiamento di accoglienza reciproca nel dialogo e nel mutuo rispetto. La paura, anche a questo proposito, e’ cattiva consigliera. L’edificazione e l’utilizzazione dei minareti sono sottoposte d’altronde alle norme generali previste per qualsiasi costruzione. Pur riconoscendo le reali difficolta’ nella convivenza di religioni diverse tra loro, per coerenza con i valori cristiani e i principi democratici del nostro Paese, invitiamo a respingere l’iniziativa”
Il consiglio svizzero delle religioni ha aggiunto che la proposta:
”sfrutta la religione per scopi politici e mette in pericolo la fiducia reciproca della popolazione”.
Fa tristezza notare come cambia tutto passando una frontiera, non solo il clima.

autunno

Il popolo e’ sovrano, il solo ed unico sovrano, cio’ che il popolo decide non puo’ essere messo in discussione da altri (a maggior ragione se giuduci).
Vero, e allora il referendum sul finanziamento pubblico ai partiti? Mica avevamo votato per cambiargli nome e farlo diventare rimborso elettorale, o mi sbaglio io?
Se il popolo e’ sovrano perche’ i referendum sono solo abrogativi? erche’ serve il quorum e si parla di aumantare il numero di firme? Se il popolo e’ sovrano perche’ ci sono le liste bloccate? Io vado a votare, non so chi, ma quel chi dice che sono stato io a legittimarlo e solo il mio “non-voto” lo fara’ dimettere. Ma che cazzo stanno dicendo? Non abbiamo il sistema maggioritario, ci fanno votare troie,presunti mafiosi e condannati per corruzione, solo in base a logiche di partito od abilita’ smaccata in fellatio varie, perche’cosi’ fa comodo a loro. Poi, quando sempre fa comodo a loro, diventiamo i paladini della democrazia e scopriamo che un governo puo’ cadere solo col voto popolare, sempre che sia cosi’ basso da non poterlo manipolare in alcun modo. Io rivoglio il re, questa gente qua e’ indegna di rappresentarmi, voglio il re

Non l’avrei mai detto, ma sta vignetta e’ tornata d’attualita’ …
ricorsi

pd

dichiarare

giugno: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930